Codice Etico

Definiamo con chiarezza i comportamenti a cui si orientano tutti coloro che operano in nome e per conto dell'azienda. Principi che sono condivisi ed applicati ad amministratori, dirigenti e dipendenti, e che hanno guidato l'attività della Società stessa nel corso del tempo.

Vimar SpA, al fine di definire con chiarezza e trasparenza l'insieme dei valori ai quali si ispira per raggiungere i propri obiettivi e nel recepire quanto prescritto nel D.Lgs 231/2001 in materia di responsabilità amministrativa di società ed enti, introduce, con il presente Codice Etico, uno schema comportamentale di riferimento, capace di orientare l'impegno professionale di ciascun collaboratore.

Il Codice Etico si fonda sui Principi di Comportamento e di Azione di Vimar SpA che sono condivisi ed applicati dall'insieme dei suoi amministratori, dirigenti e dipendenti, e che hanno guidato l'attività della Società stessa nel corso del tempo.

L'orientamento all'etica è approccio indispensabile per l'affidabilità dei comportamenti di Vimar SpA verso l'intero contesto civile ed economico in cui opera; a tali esigenze risponde la predisposizione del Codice Etico, che rappresenta un sistema di regole da osservarsi da parte di tutti coloro che operano in nome e per conto della stessa, con riferimento sia a rapporti interni, sia con soggetti esterni. A tal fine esso viene diffuso all'interno dell'azienda e reso disponibile anche a tutti i soggetti terzi che entrano in rapporto con la stessa.

Allegato Dimensione Data
Codice Etico 135 kB 04/11/2009

Il Codice Etico di Vimar

GENERALITA’

Il Codice Etico si fonda su Principi di Comportamento e di Azione che VIMAR, e le Società controllate, hanno applicato in fase di costituzione e che hanno guidato l’operato delle Società nel corso del tempo trovando la condivisione e l’applicazione da parte dell’insieme dei suoi amministratori, dirigenti e dipendenti. Tali principi vengono ora riprodotti nel presente Codice etico e tutto il personale delle Società, nonché i soggetti che con essa interagiscono, sono tenuti ad applicarli e a farli applicare. Esso inoltre costituisce parte integrante e sostanziale del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo che VIMAR ha adottato in conformità a quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 231/2001, sulla responsabilità della Società.

PRINCIPI DI COMPORTAMENTO

I Principi di Comportamento impegnano tutta la nostra preparazione, intelligenza e volontà nel lavorare con passione, entusiasmo ed energia positiva.

a) L’impegno professionale, nella realizzazione dei compiti affidati, consiste nella permanente applicazione delle competenze e del know-how acquisiti e ne comporta il relativo aggiornamento. Implica il contributo effettivo di ciascuno nel rispetto, in particolare dell'ambiente, della salute e della sicurezza sul lavoro.

b) Il rispetto delle persone è un requisito assoluto dello sviluppo individuale e professionale di ciascuno e la qualità delle persone è fondamentale per la crescita e il progresso. Desideriamo il meglio da e per le persone, in nome della coerenza, della trasparenza. Sviluppiamo e premiamo le persone di valore che vivono l’azienda con propositività, responsabilità e spirito di squadra. Rifiutiamo le modalità gestionali od operative che privilegiano la soddisfazione personale rispetto all’interesse della Società.

c) L’integrità impone a ciascuno di comportarsi con onestà nella propria attività professionale. Non ammette alcun compromesso in termini di conflitto tra gli interessi personali e gli interessi che si è chiamati a curare in virtù della propria attività professionale, sia all’interno della Società che nei rapporti con i terzi, quali che siano le pratiche locali. Ci impegniamo nel diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente, del territorio e della salute.

d) La lealtà esige rettitudine e correttezza nei rapporti con i colleghi e i collaboratori esterni. Implica il rispetto delle disposizioni e delle regole interne della Società, con atteggiamenti di trasparenza verso tutti e in tutte le occasioni.

PRINCIPI D’AZIONE

VIMAR ha inoltre inteso definire i principi di azione che governano l’attività di tutti i suoi amministratori, dirigenti e dipendenti nell’esercizio delle loro funzioni. Vogliamo essere protagonisti nello scenario competitivo. La qualità è il nostro credo, su questo è fondata la nostra consolidata affidabilità. Lavoriamo con sensibilità economica, nel rispetto della legalità, dell’ambiente e della salute e sicurezza sul lavoro. Pianifichiamo le nostre attività e ne controlliamo i risultati nel rispetto dei principi di trasparenza nelle responsabilità contabili amministrative societarie.

a) Rispetto della legalità

La Società applica, in ogni campo, le leggi e i regolamenti in vigore nel o nei Paesi in cui esercita la propria attività, anche attraverso le proprie controllate. Ogni dipendente, quale che sia la sua qualifica, è a conoscenza e viene formato e informato relativamente alle implicazioni di leggi relative alla sua attività. In particolare, VIMAR vieta altresì di trarre deliberatamente vantaggio da eventuali lacune o carenze normative qualora il comportamento adottato sia in contrasto con le regole aziendali. La Società ha predisposto i necessari strumenti per informare e per formare ogni collaboratore sulle norme di legge, nonché su tutti i dettami derivanti dall’applicazione dei sistemi aziendali.

b) Rispetto della salute e della sicurezza sul lavoro

La Società adotta le misure necessarie per assicurare la migliore protezione possibile della salute, la sicurezza nell’ambiente di lavoro e la prevenzione da tutte le potenziali forme di rischio nell’ottica del miglioramento continuo. Questa politica viene applicata indifferentemente sia ai propri dipendenti che ai dipendenti di imprese esterne, nell’ambito degli interventi di queste ultime presso i siti della Società. Per sviluppare e controllare il rispetto della gestione della Salute e Sicurezza, la Società si avvale di un sistema implementato, fondato sul Documento di Valutazione dei Rischi condiviso e aggiornato che viene verificato periodicamente, certificato da terzi indipendenti e che fa riferimento a norme internazionali (BS OHSAS 18001), linee guida nazionali (Linee guida UNI INAIL 2001) e alla Politica per la Qualità, l’Ambiente e la Sicurezza. Tutti i dipendenti, collaboratori e terzi sono tenuti allo scrupoloso rispetto di tutte le misure richieste dalle procedure e dai regolamenti interni VIMAR in tema di Salute e Sicurezza sul lavoro, elaborate e aggiornate conformemente alla legislazione vigente, ma anche contribuire con proposte e segnalazioni.

c) Rispetto dell'ambiente

La Società promuove attivamente la protezione dell’ambiente. VIMAR è da sempre impegnata a migliorare l'impatto ambientale delle proprie attività, nonché a prevenire i rischi per le popolazioni e per l'ambiente non solo nel rispetto della normativa vigente, ma tenendo conto dello sviluppo della ricerca scientifica e delle migliori esperienze in materia. Tali obiettivi sono perseguiti anche grazie all’adesione volontaria alla norma di riferimento per i sistemi di gestione ambientale ISO 14001, in attuazione della Politica dell’Organizzazione.

d) Rispetto verso la collettività

VIMAR consapevole dell'influenza, anche indiretta, che lo svolgimento della propria attività può avere sul contesto in cui opera, sullo sviluppo economico e sociale e sul benessere generale della collettività, intende condurre i suoi investimenti ed il proprio sviluppo in modo ambientalmente sostenibile, nel rispetto delle comunità locali.

e) Rispetto dei principi di trasparenza nelle responsabilità contabili, amministrative e societarie

VIMAR adotta adeguati standard di pianificazione finanziaria, controllo di gestione e di sistemi di contabilità, operando con la massima trasparenza. Tale trasparenza si fonda sulla verità, accuratezza e completezza dell’informazione di base nelle registrazioni contabili. VIMAR, in attuazione delle proprie politiche, cura la tempestiva elaborazione di periodici rendiconti finanziari che siano completi, accurati, attendibili, chiari e comprensibili.

f) Rispetto delle regole della libera concorrenza

VIMAR intende tutelare il valore della concorrenza leale, astenendosi da comportamenti collusi e di abuso di posizione dominante

g) Rapporti con fornitori

La scelta dei fornitori e l'acquisto di beni e servizi sono effettuati in base a valutazioni obiettive circa competitività, qualità, possesso di requisiti tecnico/professionali, integrità ed affidabilità. La stipula di un contratto con un fornitore deve sempre basarsi su rapporti di estrema chiarezza, evitando forme di dipendenza.

h) Rapporti con i clienti

La correttezza e il rispetto nei confronti dei clienti e terzi hanno un ruolo centrale nel definire le strade da percorrere. I rapporti con i clienti devono essere basati sulla reciproca fiducia e soddisfazione. In particolare nei confronti dei clienti si garantisce l’impegno a fornire loro prodotti, servizi, assistenza e consulenza di qualità tale da superare le loro aspettative.

i) Rapporti economici con associazioni, contributi e sponsorizzazioni

La gestione dei contributi e delle sponsorizzazioni deve essere sempre improntata ai seguenti criteri:

  • destinazione chiara e documentabile delle risorse;
  • espressa autorizzazione da parte delle funzioni preposte alla gestione di tali rapporti nell'ambito di VIMAR;
  • rispetto dei principi etici e deontologici applicabili, nonché delle prescrizioni di legge applicabili.

l) Conflitto di interessi

Ciascun collaboratore è tenuto ad evitare ogni possibile conflitto di interessi, con particolare riferimento a interessi personali. Ogni dipendente VIMAR deve immediatamente riferire al proprio superiore gerarchico qualsiasi situazione che costituisca, generi o possa anche solo apparire un conflitto di interessi.

m) Tutela delle informazioni aziendali

Il collaboratore deve conoscere ed attuare quanto previsto dalle politiche aziendali in tema di sicurezza delle informazioni, comprese quelle in forma elettronica, per garantirne l'integrità, la riservatezza e la disponibilità. Ogni informazione ottenuta da un collaboratore in relazione alla propria attività è di proprietà di VIMAR.

Le informazioni sono trattate da VIMAR nel pieno rispetto della riservatezza e della privacy degli interessati, conformemente alla legislazione vigente in materia. In particolare la Società:

  • ha definito un'organizzazione per il trattamento delle informazioni che assicuri la corretta separazione dei ruoli e delle responsabilità;
  • sottopone i soggetti terzi, che intervengono nel trattamento delle informazioni, alla sottoscrizione di patti di riservatezza.

I collaboratori che vengono a conoscenza di informazioni non di pubblico dominio devono usare la massima cautela e cura nell'utilizzare tali informazioni, evitandone la divulgazione a persone non autorizzate, sia all'interno che all'esterno dell'azienda. Tale obbligo rimarrà in vigore anche dopo la conclusione, per qualsiasi motivo, del rapporto di lavoro.

n) Tutela dei beni aziendali

Ogni collaboratore è tenuto ad operare con diligenza per tutelare i beni aziendali, fisici ed immateriali, attraverso comportamenti responsabili e in linea con le procedure operative predisposte per regolamentarne l'utilizzo, documentando con precisione il loro impiego. In particolare, ogni collaboratore deve:

  • utilizzare con scrupolo e parsimonia i beni a lui affidati;
  • evitare utilizzi impropri e/o personali dei beni aziendali che possano essere causa di danno, di riduzione di efficienza o, comunque, in contrasto con l'interesse dell'azienda. Per quanto riguarda le applicazioni informatiche, ogni collaboratore è tenuto a:
  • adottare scrupolosamente quanto previsto dalle politiche di sicurezza aziendali, al fine di non compromettere la funzionalità e la protezione dei sistemi informatici;
  • prendere visione ed accettare quanto previsto dalla “Gestione dati Informatici” di VIMAR;
  • non navigare su siti internet con contenuti indecorosi, offensivi e comunque non nell’interesse della società.

VIOLAZIONI DEL CODICE ETICO E SANZIONI

Controlli

Il Codice Etico costituisce uno degli elementi fondanti del sistema dei controlli ed è parte integrante del Modello Organizzativo attuato da VIMAR in ottemperanza al D.Lgs 231/2001.

Il sistema di controllo interno deve essere orientato all'adozione di strumenti e metodologie volti a contrastare i potenziali rischi aziendali, al fine di determinare una ragionevole garanzia circa il rispetto non solo delle leggi ma anche delle disposizioni e delle procedure interne.

Il management deve curare costantemente la conformità dei comportamenti a quanto indicato nel Codice e, se necessario, realizzare specifici programmi di verifica

Osservanza del Codice Etico, segnalazioni delle violazioni all’Organismo di Vigilanza e Controllo

L’osservanza delle norme del Codice Etico deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti ai sensi e per gli effetti dell’art. 2104 del Codice Civile. Essa deve altresì considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali assunte dai collaboratori non subordinati e/o soggetti aventi relazioni d’affari con VIMAR.

I Dirigenti e Responsabili della Società hanno la responsabilità di far sì che le aspettative della Società nei confronti dei collaboratori siano da questi comprese e messe in pratica. I Dirigenti e Responsabili, pertanto, devono assicurare che gli impegni espressi nel Codice Etico vengano attuati.

Allo scopo di garantire l’effettiva applicazione del Codice Etico, VIMAR – nel rispetto della privacy e dei diritti individuali – predispone canali di informazione tramite i quali tutti coloro che vengano a conoscenza di eventuali casi di inosservanza del Codice all’interno della Società possano riferire liberamente, direttamente e in maniera riservata, all’Organismo di Vigilanza. Le segnalazioni, in ogni caso, vanno effettuate per iscritto e in forma non anonima.

Con riferimento alla notizia di avvenuta o tentata violazione delle norme contenute nel Codice Etico, sarà cura della Società garantire che nessuno, in ambito lavorativo, possa subire ritorsioni, illeciti condizionamenti, disagi e discriminazioni di qualunque tipo, per aver segnalato all’Organismo di Vigilanza la violazione dei contenuti del Codice Etico o delle procedure interne. Peraltro, a seguito della segnalazione, l’azienda farà tempestivamente seguire opportune verifiche e, nel caso, adeguate misure sanzionatorie.

Il sistema sanzionatorio

La violazione, laddove accertata, dei principi fissati nel Codice Etico e nelle procedure previste dai protocolli interni compromette il rapporto fiduciario tra la Società e i propri amministratori, dipendenti in genere, consulenti, collaboratori a vario titolo, clienti, fornitori, partners commerciali e finanziari.

Le violazioni saranno perseguite incisivamente, con tempestività e immediatezza, attraverso l’adozione – nei confronti dei responsabili delle violazioni stesse laddove ritenuto necessario per la tutela degli interessi aziendali e compatibilmente a quanto previsto dal quadro normativo vigente – di provvedimenti disciplinari e/o sanzionatori adeguati e proporzionati indipendentemente dall’eventuale rilevanza penale, di tali comportamenti, e dall’instaurazione di un procedimento penale nei casi in cui costituiscano reato.

Le violazioni accertate del Codice Etico, sentito l’Organismo di Vigilanza e Controllo, daranno luogo a provvedimenti specifici adottati dalla Direzione Risorse Umane o competenti funzioni. In coerenza e nel rispetto delle norme legali e contrattuali vigenti, le violazioni accertate potranno anche determinare l’allontanamento dalla Società degli stessi responsabili. Costituisce violazione del Codice Etico anche qualsiasi forma di ritorsione nei confronti di chi abbia effettuato segnalazioni di possibili violazioni del Codice o richieste di chiarimento sulle sue modalità applicative. Gli effetti delle violazioni del Codice Etico e dei protocolli interni devono essere tenuti in seria considerazione da tutti coloro che, a qualsiasi titolo, intrattengono rapporti con la Società. A tal fine la stessa provvede a diffondere il Codice Etico e i protocolli e/o procedure interne, nonché ad informare sulle sanzioni previste in caso di violazione e sulle modalità e procedure di irrogazione.

La Società, a tutela della propria immagine e a salvaguardia delle proprie risorse, non intratterrà rapporti di alcun tipo con soggetti che non intendano operare nel rigoroso rispetto della normativa vigente e/o che rifiutino di comportarsi secondo i valori ed i principi previsti dal Codice Etico e di attenersi alle procedure e regolamenti previsti dai protocolli annessi.