Domotica per disabili secondo la Norma CEI 64-21

Impianti elettrici conformi a persone con disabilità o specifiche necessità

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha destinato quasi 20 miliardi di euro per l’inclusione sociale, cioè per tutte quelle azioni volte al superamento delle barriere che escludono il singolo, o un gruppo sociale, dall’opportunità di svolgere una vita normale. Ciò in considerazione che vari livelli di disabilità – limitati nel tempo o meno – riguardano tutta la popolazione. Si è momentaneamente disabili quando si ha un incidente, per esempio, che limita i nostri spostamenti, ma si diventa progressivamente disabili con anche l’avanzare dell’età.

Norma CEI 64-21

Questa visione dell’inclusione apre scenari del tutto inediti in relazione alle dotazioni tecnologiche delle abitazioni, che diventano naturalmente il luogo privilegiato della vita di queste persone. Non sembra fuori luogo, quindi, affermare, che domotica e smart home rappresentano sempre più un valido supporto per consentire all’individuo di protrarre a lungo la propria autonomia. Grazie quindi alla connessione, alle tecnologie smart e attraverso interfacce semplici sarà possibile affrontare problematiche un tempo insormontabili, come la mobilità, la comunicazione interpersonale, la sicurezza personale e degli altri, l’assistenza on demand, solo per citare alcuni degli effetti più noti.

Occorre incentivare la riqualificazione di un patrimonio edilizio obsoleto con una massiccia iniezione di tecnologia in grado di estendere quell’autosufficienza che è uno dei pilastri della qualità della vita e il cardine dell’inclusione sociale.

In questa direzione opera la nuova Norma CEI 64-21 "Ambienti residenziali. Impianti adeguati all’utilizzo da parte di persone con disabilità o specifiche necessità”, pubblicata nel mese di luglio 2021 e che sostituisce completamente la Specifica Tecnica CEI 64-21:2016-12. La norma fornisce prescrizioni da applicarsi agli impianti elettrici di unità immobiliari ad uso residenziale, situate all’interno dei condomini o di unità abitative mono o plurifamiliari affinché siano adeguati all’utilizzo da parte di persone con disabilità o specifiche necessità. Le prescrizioni della norma non si applicano solo ai nuovi impianti ma anche ai rifacimenti o alle modifiche di impianti esistenti e agli impianti nelle unità abitative in edifici pregevoli per arte e storia, soggetti al “Codice dei beni culturali e del paesaggio”. Le prescrizioni sostituiscono, integrano o modificano quelle riportate nel Capitolo 37 della Norma CEI 64-8.

Sostanzialmente la norma, grazie anche a una tabella di sintesi, fornisce i criteri e le dotazioni minime che un impianto deve avere con riferimento alle diverse tipologie e gradi di disabilità.

DownloadDimensioneData
Tabella A | Dotazioni minime Norma CEI 64-21296 kB16/09/2021
Domotica-Assistenziale-Vimar-App-Guhm7Cfum9

Offerta Vimar

Analizzando nello specifico quanto riportato dalla norma, Vimar è in grado di proporre delle soluzioni domotiche o di smart home altamente performanti che coprono oltre l’80% delle prescrizioni complessive offrendo quindi la possibilità di realizzare un impianto completo conforme alla norma CEI.

I nostri quadri elettrici possono essere installati a qualsiasi altezza; la videocitofonia connessa consente di rispondere alle chiamate tramite smartphone o tablet mente i singoli dispositivi sono dotati di funzione teleloop e quindi compatibili con le protesi acustiche. I dispositivi di comando sono azionabili tramite la voce e sono dotati di led per segnalare lo stato del carico e facilitarne la visione al buio. L’apertura dei varchi esterni può avvenire automaticamente, grazie alla geolocalizzazione, o con app tramite smartphone. La gestione di tapparelle/tende e dell’illuminazione risulta semplificata se non intuitiva grazie alla possibilità di controllo tramite smartphone o con comando vocale mentre i sensori di presenza permettono di accendere e spegnere le luci solo all’effettivo utilizzo dello spazio. La funzione controllo carichi permette di monitorare costantemente i consumi, intervenendo automaticamente in caso di consumo eccessivo di energia ed evitando così il fastidioso blackout da sovraccarico. Per l’illuminazione notturna sono disponibili lampade segnapasso attivabili da un sensore di movimento mentre per la termoregolazione l’ampia gamma di termostati smart consente un controllo del clima tramite voce o smartphone e i contatti magnetici applicati ai varchi, oltre a segnalarne l’accidentale apertura, evitano gli sprechi interrompendo il raffrescamento o il riscaldamento. Sul fronte degli allarmi tecnici sono disponibili il rivelatore per il gas metano e quello per l’allagamento. Sistemi completi e professionali di antintrusione e videosorveglianza, con numerose possibilità di scelta in base alle reali esigenze, completano la nostra offerta che può dar luogo ad un impianto integrato all’interno del quale le varie funzioni possono anche far parte di scenari preimpostati. 

Vts10-Tablet-Smartphone-View-Guim5Daqqs