Vimar premiata dal CONAI per la sostenibilità ambientale degli imballaggi

Da tempo impegnata con azioni concrete a tutela dell’ambiente, per il quarto anno Vimar è stata premiata dal CONAI all’interno del Bando per la prevenzione - Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi, indetto dallo stesso consorzio nazionale.

Questo risultato è stato ottenuto grazie ad un nuovo packaging appositamente studiato dall’Azienda per assicurare un impatto ambientale minimo e destinato a contenere il citofono TAB da parete. Rispetto alla versione precedente, il nuovo packaging ha infatti consentito di ottenere notevoli risparmi, con un conseguente beneficio a livello ambientale: sono ad esempio stati abbattuti del 70% i gas ad effetto serra, è stato ridotto del 75% il consumo d’acqua e ridotto del 70% il consumo di energia elettrica.
Questo anche grazie alla notevole diminuzione di materia prima utilizzata, che a sua volta ha permesso di ottimizzare i tempi di confezionamento e i volumi di stoccaggio. Le novità introdotte dal nuovo packaging hanno infatti avuto ripercussioni positive anche sulla logistica, permettendo di passare dalle precedenti 96 confezioni per bancale alle 480 attuali.

Vimar_Logo_Conai_Premiazione

Questo premio è una conferma del costante impegno che Vimar ha messo in pratica per improntare il ciclo di vita dei propri prodotti verso un basso impatto ambientale. Progettare, suddividere, segnalare, fare cultura sono infatti i cardini del Progetto Ambiente, un articolato programma trasversale all’intero ciclo produttivo che consente di riciclare il 60% del materiale plastico di scarto e la maggior parte di quello metallico collaborando con la Ricerca & Sviluppo per far sì che il prodotto sia progettato fin dall’inizio per essere totalmente scomposto e riciclato a fine vita.

La sensibilità per i temi ecologici e il rispetto dell’ambiente sono infatti fondamentali per Vimar, nella consapevolezza che solo tutelando il territorio è possibile continuare a crescere nel tempo con continuità e condivisione.

Pubblicato il