Domande e risposte su "Videocitofonia e citofonia"

Domande frequenti (FAQ)

Per trovare risposte ai suoi dubbi, selezioni la categoria o cerchi direttamente nel motore di ricerca

Cosa devo fare se il simbolo WI Fi in alto a destra del monitor compare barrato?

Attivare da menu Impostazioni/WI-FI Dispositivi mobili/ Modalità di funzionamento in ON.

Cosa devo fare se il simbolo Wi Fi Lampeggia senza la “Nuvoletta”?

  • Verificare se la password del Wi Fi inserita è corretta
  • Verificare se Nel Router di casa è attivata la funzione di assegnazione automatica degli indirizzi (DHCP) e se sono disponibili indirizzi non assegnati.

Cosa devo fare se il simbolo Wi Fi è presente ma la “Nuvoletta” è di colore rosso?

  • Verificare se il Router dispone di accesso ad Internet (Dati)
  • Provare a collegare 40507 su rete Wi Fi direttamente generata da router (no access point collegato al router di casa)
  • Avvalendosi di App tipo Wi Fi Analyzer verificare se il canale radio WL del router è disturbato da un’altra rete Wi Fi che usa lo stesso canale, in questo caso spostare il canale radio settato nel proprio Router su di un canale non disturbato.
  • Verificare se il gestore della linea ADSL di casa blocca il transito di pacchetti SIP
  • Provare a selezionare la connessione del monitor al Cloud utilizzando uno Smartphone come Hotspot
  • Provare a riavviare il monitor

Cosa devo fare se non avviene l’inoltro chiamata su Smartphone?

  • Verificare se sia abilitata la funzione “Inoltro chiamata”
  • Verificare se la “Nuvoletta” su Simbolo WI FI è Verde
  • Verificare che sia attiva la connessione dati o Wi Fi su Smartphone
  • Verificare corretto funzionamento linea ADSL/Wi Fi

Cosa devo fare se lo Smartphone non legge il QR Code per eseguire l’associazione con il monitor?

Disattivare la connessione dati su Smartphone e attivare WI Fi sulla stessa rete impostata nel
monitor cod. 40507

Cosa devo fare se sullo Smartphone Android la chiamata arriva solo se la App aperta?

Su menu “Impostazioni” dello Smartphone impostare funzionamento in background dell’App.

Cosa devo fare se non arriva il video sulla app prima di rispondere alla chiamata?

Agire sul controllo di ottimizzazione video del TAB nel menu sistema/opzioni avanzate Wi Fi

È possibile installare il TAB 7S 2F+ in un impianto Open Bridge esistente?

Si.

È possibile installare il TAB 7S 2F+ in un impianto Due fili esistente?

Si, ad esclusione di alcuni Kit 2 Fili (es. 68IG/… )

Quale scatola da incasso devo usare per installare la targa PIXEL?

è possibile utilizzare le scatole da incasso standard (art.9191,9192,9193, in base alle dimensioni)

Come è possibile individuare l’unità MASTER in un impianto realizzato con due unità audio/video serie PIXEL?

L’unità MASTER si riconosce attraverso la procedura di identificazione dei dispositivi interni. Nella targa MASTER si presenta la fonica attiva. Se necessario è possibile forzare come MASTER una targa attraverso una procedura manuale o con Saveprog.

Quanti videocitofoni 14550/20550 con 01963 e 01960 posso collegare su un imianto 2 fili?

Bisogna prevedere ogni 4 videocitofoni con centrale domotica 01960 a bordo, la creazione di un isola con un separatore 692S e alimentatore 6922. Tutte le centrali domotiche devono essere sempre alimentate ognuna dal proprio alimentatore 01801.

Nel caso in cui tutti i videocitofoni avessero solo la 01963 (interfaccia 2 fili) senza centrale domotica questa regola pùo non essere applicata

Come si codificano i citofoni art 7509 serie Tab impostando l 'identificativo primario e secondario?

Codifica ID codice identificativo principale: 1_ Sollevare il microteleno e premere i tasti Campanella e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 2_ Rilasciare i tasti. 3_ Entro 5 s dal loro rilascio premere il tasto Serratura mantenendolo premuto fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra questo e l'unità elettronica esterna. 4_ Rilasciare il tasto Serratura. 5_ premere il tasto (quale?) o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.  Codifica ID codice identificativo secondario: Sollevare il microteleno e premere i tasti Campanella e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a che il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 2_ Rilasciare i tasti. 3_ Entro 5 s dal loro rilascio premere il tasto Serratura e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra questo e l'unità elettronica esterna. 4_ Rilasciare i tasti Serratura e Autoaccensione . 5_ premere il tasto (quale?) o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.

Come si codificano i citofoni serie 8879 impostando l'identificativo primario e secondario?

Codifica ID codice identificativo principale : 1_Togliere il coperchio del citofono. 2_Premere e mantenere premuto il pulsante RESET. 3_Contemporaneamente premere e mantenere premuta la lamella corrispondente al pulsante Serratura. 4_Rilasciare il pulsante RESET, continuando a tenere premuto il pulsante Serratura. 5_Dopo 2 secondi il citofono emetterà un segale acustico e verrà messo in comunicazione con la targa. 6_Rilasciare la lamella corrispondente al pulsante Serratura. 7_A questo punto nelle targhe a pulsanti si dovrà premere il pulsante di chiamata corrispondente al citofono,
mentre nelle targhe alfanumeriche si dovrà comporre il codice di chiamata e premere il pulsante “CAMPANA ”. 8_Nel caso in cui nell'impianto sia già presente un citofono con lo stesso codice identificativo associato, la targa emetterà un segnale acustico di tino basso. Sarà quindi necessario ripetere l’operazione a partire dal punto 2. 9_In caso contrario il codice verrà associato correttamente al citofono e la comunicazione verrà terminata.                                                                                                                                          Codifica ID codice identificativo secondario : 1_Togliere il coperchio del citofono. 2_Premere e mantenere premuto il pulsante RESET presente nel citofono. 3_Contemporaneamente premere e mantenere premuti la lamella corrispondente al pulsante Serratura e il pulsante di Autoinserimento (ATTIV. in alto a destra), assieme al pulsante RESET. 4_Rilasciare il pulsante RESET, continuando a tenere premuti i pulsanti Serratura e Autoapprendimento. 5_Dopo 2 secondi il citofono emetterà un segale acustico e verrà messo in comunicazione con la targa. 6_Rilasciare la lamella corrispondente al pulsante Serratura e il pulsante di Autoinserimento/Autoaccensione. 7_A questo punto nelle targhe a pulsanti sarà necessaruio premere il pulsante di chiamata corrispondente al citofono di “capogruppo”, mentre nelle targhe alfanumeriche sarà necessario comporre lo stesso codice di chiamata del citofono di “capogruppo” e premere il pulsante “ CAMPANA”.

Come si resetta il monitor 7211 ?

Procedura di Reset: 1_ premere e mantenere premuto il tasto Parla/Ascolta  2_ Contemporaneamente premere il tasto Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando il led rosso frontale di esclusione suoneria inizierà a lampeggiare. 3_ Rilasciare i tasti. 4_Premere e mantenere premuto il tasto Autoaccensione fino all'emissione di un segnale acustico prolungato. 5_ Durante il segnale acustico, rilasciare il tasto Autoaccensione e premere il tasto Serratura. 6_ Rilasciare il tasto Serratura

Come si resettano i monitor art. 7539 ?

Procedura di reset: 1_ premere e mantenere premuto il tasto Vivavoce; 2_ Contemporaneamente premere il tasto Autoaccensione mantenendolo premuto fino a quando il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 3_ Rilasciare i tasti; 4_Premere e mantenere premuto il tasto Autoaccensione fino all'emissione di un segnale acustico prolungato. 5_ Durante il segnale acustico, rilasciare il tasto Autoaccensione e premere il tasto Serratura. 6_ Rilasciare il tasto Serratura

Come si codificano i videocitofoni art. 7211 impostando l'identificativo primario e secondario?

Vi consigliamo di visualizzare il video tutorial cliccando il seguente link:

 http://www.elvox.com/it/it/tutorial-per-la-configurazione-del-videocitofono-7200-5491152.html

Come si codificano i citofoni art 7509 serie Tab impostando l 'identificativo primario e secondario?

Codifica ID codice identificativo principale: 1_ Sollevare il microteleno e premere i tasti Campanella e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 2_ Rilasciare i tasti. 3_ Entro 5 s dal loro rilascio premere il tasto Serratura mantenendolo premuto fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra questo e l'unità elettronica esterna. 4_ Rilasciare il tasto Serratura. 5_ premere il tasto (quale?) o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.  Codifica ID codice identificativo secondario: Sollevare il microteleno e premere i tasti Campanella e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a che il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 2_ Rilasciare i tasti. 3_ Entro 5 s dal loro rilascio premere il tasto Serratura e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra questo e l'unità elettronica esterna. 4_ Rilasciare i tasti Serratura e Autoaccensione . 5_ premere il tasto (quale?) o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.

Come posso fare se cambio una targa serie 89F5 con una 13F5 ?

E' necessario togliere il ponticello M presente sotto la protezione bianca serigrafata che si trova sulla parte inferiore del circuito della targa .

Come si codificano i videocitofoni art. 7539 serie Tab impostando l'identificativo primario e secondario?

Codifica ID codice identificativo principale: 1_ premere e mantenere premuto il tasto Parla/Ascolta  2_ Contemporaneamente premere il tasto Autoaccensione. Mantenere premuti i tasti fino a quando il tasto Campanella inizierà a lampeggiare. 3_ Rilasciare i tasti. 4_ Entro 5 secondi dal rilascio premere il tasto Serratura mantenendolo premuto fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra il posto interno e l'unità elettronica esterna. 5_ Rilasciare il tasto Serratura. 6_ Premere il tasto o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.  Codifica ID codice identificativo secondario: 1_ premere e mantenere premuto il tasto Parla/Ascolta  2_ Contemporaneamente premere anche il tasto Autoaccensione. Mantenere premuti i tasti fino a quando il tasto Campanella non inizierà a lampeggiare. 3_ Rilasciare i tasti. 4_ Entro 5 secondi dal rilascio premere i tasti Serratura e Autoaccensione mantenendoli premuti fino a quando non verrà emesso un tono di segnalazione sul posto interno e si sarà attivata la comunicazione tra il posto interno e l'unità elettronica esterna. 5_ Rilasciare il tasto Serratura. 6_ premere il tasto o digitare il codice nella targa esterna che si desidera assegnare.
Vedi anche video Tutorial.

Serie 6600, Come si programma una "chiamata intercomunicante" per i citofoni e videocitofoni Due Fili art. 6611 e art.

Per programmare una "chiamata intercomunicante" è sufficiente seguire i seguenti passaggi:
- premere contemporaneamente i pulsanti PARLA/ASCOLTA (simbolo "altoparlante") e AUTOACCENSIONE (simbolo "quadrato") e mantenerli premuti
- attendere l’accensione e il lampeggio del LED rosso
- rilasciare i pulsanti PARLA/ASCOLTA e AUTOACCENSIONE
- premere e mantenere premuto il pulsante di CHIAMATA (1, 2, 3, 4, 5 o 6) che si desidera programmare per la chiamata intercomunicante
- attendere il suono tritonale e poi rilasciare il pulsante di CHIAMATA
- entro 30 secondi, sul citofono o videocitofono che deve essere associato al pulsante di chiamata scelto, premere il pulsante SERRATURA (simbolo "chiave")

Le indicazioni sopra riportate sono valide per gli articoli: 6611, 6611/AU, 6711, 6711/AU

Serie 6600, come si codificano i citofoni e videocitofoni impostando l'identificativo primario ("master") e secondario

Per impostare il codice identificativo primario seguire i seguenti passaggi:
- premere contemporaneamente i pulsanti PARLA/ASCOLTA (simbolo "altoparlante") e AUTOACCENSIONE (simbolo "quadrato") e mantenerli premuti
- attendere l’accensione e il lampeggio del LED rosso
- rilasciare i pulsanti PARLA/ASCOLTA e AUTOACCENSIONE e premere e mantenere premuto il pulsante SERRATURA (simbolo "chiave")
- attendere il suono “beep” e poi rilasciare il pulsante SERRATURA
- entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che chiamerà il videocitofono che sto codificando o digitare il codice in caso di targa alfanumerica


Per impostare il codice identificativo secondario seguire i seguenti passaggi:
- premere contemporaneamente i pulsanti PARLA/ASCOLTA e AUTOACCENSIONE e mantenerli premuti
– attendere l’accensione e il lampeggio del LED rosso
- rilasciare i pulsanti PARLA/ASCOLTA e AUTOACCENSIONE
– premere e mantenere premuto il pulsante SERRATURA e AUTOACCENSIONE
– attendere il suono “beep” e poi rilasciare il pulsante SERRATURA e AUTOACCENSIONE
- entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che chiamerà il videocitofono che sto codificando o digitare il codice in caso di targa alfanumerica


Attenzione: manualmente è possibile codificare fino a un massimo di 3 apparecchi.
Oltre tale soglia è necessario utilizzare il programmatore Elvox o il Software SaveProg.

Le indicazioni sopra riportate sono valide per gli articoli: 6601, 6611, 6621, 6701, 6711, 6721, 6601/AU, 6611/AU, 6701/AU, 6711/AU

Serie 6600, quante tipologie di programmazione esistono e quando si utilizzano?

Le tipologie di programmazione per i videocitofoni e citofoni della Serie 6600 sono due: "master" e "slave".

La programmazione "master" va utilizzata per programmare il videocitofono (o citofono) "principale" presente nell'impianto.
Un videocitofono è definito "principale" quando:
- è l'unico videocitofono (o citofono) presente nell'impianto
- ad una chiamata, sono collegati più videocitofoni: uno di essi sarà individuato come "principale" e gli altri (collegati alla stessa chiamata) come "secondari".

La programmazione "slave" deve essere quindi utilizzata per programmare i citofoni o videocitofoni "secondari".

Come si codificano i citofoni art. 6209 (Serie Petrarca), impostando l'identificativo primario e secondario?

Per impostare il codice identificativo primario seguire i seguenti passaggi:
- sganciare la cornetta e togliere il coperchio frontale
- premere il pulsante RESET (posto sopra la lamella serratura) e mantenerlo premuto
- premere il pulsante SERRATURA e mantenerlo premuto assieme al pulsante RESET
- rilasciare il pulsante RESET mantenendo premuta la lamella serratura per circa 2 secondi
- attendere il suono “beep” (si udirà dopo circa 2 secondi) e poi rilasciare il pulsante SERRATURA
- (in questo momento il citofono si attiva ed entra in comunicazione con la targa principale)
- entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che dove essere associato al citofono che sto codificando

Per impostare il codice identificativo secondario seguire i seguenti passaggi:
- sganciare la cornetta e togliere il coperchio frontale- premere il pulsante RESET (posto sopra la lamella serratura) e mantenerlo premuto
- premere il pulsante SERRATURA assieme al pulsante AUTOACCENSIONE e mantenerli premuti assieme al pulsante RESET
- rilasciare il pulsante RESET mantenendo premuti gli altri pulsanti
- attendere il suono “beep” (si udirà dopo circa 2 secondi) e poi rilasciare i pulsanti SERRATURA e AUTOACCENSIONE
- (in questo momento il citofono si attiva ed entra in comunicazione con la targa principale)
- entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che dove essere associato al citofono che sto codificando (già programmato con ID principale)

Attenzione: manualmente è possibile codificare fino a un massimo di 3 apparecchi.
Oltre tale soglia è necessario utilizzare il programmatore Elvox o il Software SaveProg.

Per maggiori dettagli sulla codifica del citofono Serie Petrarca art. 6209.

Come si codificano i videocitofoni art. 6329 e art. 6309 (Serie Giotto), impostando l'identificativo primario e second

Per impostare il codice identificativo primario seguire i seguenti passaggi:

  • sganciare la cornetta (microtelefono)
  • premere e mantenere premuto il pulsante RESET (pulsante nero posizionato nella parte inferiore del monitor vicino all'uscita del cavo della cornetta)
  • premere e mantenere premuto il pulsante SERRATURA (il primo dei tre pulsanti posizionati in verticale sul frontale del videocitofono)
  • rilasciare il pulsante RESET
  • attendere il suono “beep” (si udirà dopo circa 2 secondi) e poi rilasciare il pulsante SERRATURA
  • (in questo momento il monitor e la fonica del videocitofono si attivano ed entrano in comunicazione con la targa principale)
  • entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che chiamerà il videocitofono che sto codificando
  • se la programmazione (impostazione dell'identificativo) è andata a buon fine, 2 secondi dopo aver premuto il pulsante in targa, il videocitofono emette un "beep" acuto e si spegne.

Per impostare il codice identificativo secondario seguire i seguenti passaggi:

  • sganciare la cornetta
  • premere il pulsante RESET e mantenerlo premuto
  • premere il pulsante SERRATURA assieme al pulsante AUTOACCENSIONE (il pulsante con il simbolo del quadrato) e mantenerli premuti assieme al pulsante RESET
  • rilasciare il pulsante RESET
  • attendere il suono “beep” (si udirà dopo circa 2 secondi) e poi rilasciare i pulsanti SERRATURA e AUTOACCENSIONE
  • (in questo momento il monitor e la fonica del videocitofono si attivano ed entrano in comunicazione con la targa principale)
  • entro 30 secondi, premere sulla targa il pulsante che chiamerà il videocitofono che sto codificando
  • se la programmazione (impostazione dell'identificativo) è andata a buon fine, 2 secondi dopo aver premuto il pulsante in targa, il videocitofono emette un "beep" acuto e si spegne.

Attenzione: manualmente è possibile codificare fino a un massimo di 3 apparecchi. Oltre tale soglia è necessario utilizzare il programmatore Elvox o il Software SaveProg.

Se devo chiamare più di un videocitofono con la stessa chiamata esterna, quale procedura di codifica devo seguire?

Bisogna far riferimento, nelle istruzioni, alla procedura di codifica "identificativo secondario".

Posso codificare gli appartamenti con il centralino portineria?

No, le codifiche si possono fare solo con la targa Master.

Posso codificare gli appartamenti con le targhe piè scala?

No, le codifiche degli interni vanno fatte solo con la targa Master. Per questo motivo, se ho più targhe su un impianto, la prima cosa da fare è rendere Slave le targhe a piè scala o in parallelo.

Su una targa audio art. 89F3/13F3, posso collegare una telecamera supplementare?

Si, devo togliere il Jump SA sulla targa per abilitare l'accensione dei videocitofoni interni.

Se ho l’immagine che presenta delle distorsioni o “ effetto neve” cosa devo controllare?

Se ho una derivazione al piano con i distributori video, devo togliere la terminazione su tutti e metterla solo sull'ultimo (Jump presente nei distributori attivi e passivi).

Se ho una configurazione in entra/esci, devo togliere le terminazioni su tutti i videocitofoni/citofoni e metterla solo sull'ultimo.

Quanti videocitofoni posso accendere contemporaneamente con un alimentatore art. 6922.1?

Al massimo 2 videocitofoni accesi contemporaneamente. Dal terzo in poi, per ogni videocitofono supplementare devo aggiungere un art. 6923. Con il videocitofono art. 6329 devo aggiungere l'alimentatore supplementare dal secondo in poi.

Se ho i pulsanti supplementari di una targa serie 89Fx e 1300 che non sono illuminati, cosa devo fare?

Verificare che nella morsettiera della targa sia fatto il ponte tra i morsetti +12 e VLed

Se ho più targhe esterne, come devo operare?

Su un impianto Due Fili Elvox deve esserci sempre e solo una targa "Master" (come esce da fabbrica) e le altre devono essere programmate come "Slave". Per farlo bisogna assegnare un ID alla targa secondaria come da istruzioni.

Che tensioni misuro nel bus Due Fili?

Devo misurare su qualsiasi punto del bus circa 28 Vcc

Quando premo un pulsante di chiamata e sento un “beep” lungo , cosa vuol dire?

Significa che il pulsante di chiamata non è associato alcun citofono/videocitofono.

Come posso risolvere il problema di “effetto Larsen” (fischio) in targa esterna?

Controllare che il posizionamento del microfono della targa sia corretto. Lo sfogo dello stesso deve essere rivoto verso il basso. Eseguire la taratura dei volumi posti sul frontale della targa.

Se devo chiamare più di un citofono/videocitofono con la stessa chiamata esterna, la procedura di codifica è la stes

No, bisogna seguire nelle istruzioni la procedura di codifica identificativo "secondario".

Come faccio a sapere se un citofono/videocitofono è già codificato?

Se l'apparecchio, alla premuta di un tasto, emette un "beep" vuol dire che è codificato, se emette tre "beep" vuol dire che è senza codice.

È necessario collegare una targa dopo l’interfaccia art.69DM?

No, il montante Due Fili può essere realizzato anche senza targa Due Fili, ma è necessario comunque programmarli con una targa Due Fili. I dispositivi interni Due Fili verranno chiamati dalla (o dalle) targhe Digibus.

Quanti cavi vanno collegati all’interfaccia 69DM?

Sul lato Digibus, 3 + coassiale (nel caso di impianto video) solo 3 negli impianti citofonici; una coppia di cavi twistati sul lato Due Fili.

Quale ID devo dare ad un’interfaccia 69DM?

Da 2 a 15, in quanto l'interfaccia è vista dall'impianto Due Fili come una targa secondaria

Quante targhe posso collegare a valle di una interfaccia 69DM?

Fino a 14 targhe

Quanti citofoni o videocitofoni posso collegare a valle dell’interfaccia 69DM, cioè sul montante Due Fili?

Fino a 200 dispositivi in totale (videocitofoni e citofoni).

Su alcuni monitor dell’impianto la qualità video non è ottima. Bisogna effettuare degli adattamenti della linea bus?

Sì, è necessario bilanciare le eventuali linee dell’impianto attraverso l’apposito selettore (terminazione TV) presente nei citofoni e videocitofoni in base alla loro posizione nell’impianto. Il ponticello va impostato in posizione A, per una linea non terminata, in B per una linea con terminazione 100 Ohm, e in C per una linea terminata con 50 Ohm (selezionare le diverse terminazioni su ogni monitor fino al raggiungimento di una qualità video ottimale).

E’ possibile modificare la programmazione della funzionalità di un tasto del videocitofono/citofono rispetto alla configuraz ...

Sì. Tale operazione può essere eseguita con apposita interfaccia 692I/U e software Saveprog o programmatore art.950c dove possibile.

Quando devo utilizzare i distributore video art.692D?

I distributori video servono per creare delle diramazioni sulla dorsale principale in presenza di più postazioni videocitofoniche. E’ importante ricordare che su ogni dorsale secondaria (4 uscite per ogni 692D) generata dal distributore è consigliato collegare non più di 2 monitor in serie ad una distanza non superiore ai 20 m.

E’ possibile programmare chiamate intercomunicanti tra citofoni/videocitofoni su un impianto senza il separatore?

Sì, si possono programmare chiamate intercomunicanti indipendentemente dalla presenza o meno del separatore. Da ricordare che in caso di chiamata da targa, l’eventuale conversazione intercomunicante, viene interrotto perché di priorità inferiore. La presenza di un’isola (quindi di un separatore) garantisce, al suo interno, la chiamata intercomunicante anche in caso di chiamata da targa verso altro citofono/videocitofono dell’impianto.

Da quale versione SW della centrale By-Me è possibile installare il sistema videocitofonico Due Fili Elvox mediante 01963?

Dalla vers. 1.11 ( se si ha una versione precedente basta aggiornare il software mediante l’interfaccia Vimar 01998.S ed il software gratuito Easy Tool scaricabile dal sito web della Vimar ).

Si possono avere differenti tipi di suonerie ?

Si, fa parte delle applicazioni avanzate impostabili da PC durante la configurazione con interfaccia 692i/U e SW Saveprog.

Esiste l’opzione di comunicazione Hand Free nel videocitofono Due Fili serie 6600?

Sì, è attivabile mediante procedura manuale direttamente sul videocitofono o attraverso l’interfaccia per PC art.692I/U; di default la funzione parla/ascolta e configurata per funzionare con la pressione costante del tasto.

Che tipo di relè è necessario per il comando delle luci ?

E’ necessario un relè di tipo digitale art.69RH se associate ad un comando ausiliario, oppure un relè analogico art.0170/001 se associate ai comandi F1 o F2 in targa.

Quali sono gli assorbimenti del modulo videocitofonico Due Fili Vimar ?

Assorbe 6 mA in standby, 250 mA in fase di chiamata e 200 mA se il monitor è acceso ma non si è in chiamata. Nota: Oltre i due monitor per chiamata è necessario aggiungere un alimentatore supplementare art.6923 per ogni monitor aggiuntivo.

Quali prodotti sono necessari in un sistema con più targhe? Cos’è il Concentratore art.69MX?

E’ indispensabile prevedere un Concentratore art. 69MX nel caso di impianto con più targhe videocitofoniche; se le targhe sono solo per chiamata audio il prodotto non serve. Questo articolo permette il bilanciamento e la distribuzione del segnale video proveniente da più targhe verso uno o più montanti del sistema. Il concentratore va previsto anche nel caso sia presente una targa audio/video e un selettore video 69AM/T.

E’ possibile effettuare operazioni di babywatching col sistema Due Fili?

Sì. E’ necessario prevedere nel sistema il selettore video art. 69AM/T che è dotato di 4 ingressi audio/video, espandibili fino a sedici con max. tre moduli supplementari art. 69AM/T4. L’accensione delle telecamere avviene in modo manuale attraverso la pressione di un tasto specifico nel videocitofono.

Quanti fuoriporta vivavoce si possono programmare in un’isola?

Si possono configurare max 4 fuoriporta 20577/14577 per ogni videocitofono.

Cos’è una Isola nel sistema Due Fili ?

E’ una zona del sistema in cui i dispositivi (citofoni/videocitofoni/targhe) hanno la necessità di effettuare delle conversazioni di tipo intercomunicante; un esempio potrebbe essere considerando un fuoriporta art. 20577 associato a dei videocitofoni in un appartamento dove viene richiesta la possibilità di una comunicazione locale senza interrompere eventuali chiamate effettuate da targa Master ad altri appartamenti (isole). L’isola viene realizzata separando elettricamente attraverso un Separatore (art. 692S) e un alimentatore (art. 6922.1) una linea secondaria dalla dorsale principale filtrando i messaggi in transito.

Cos’è e per quale funzione serve il Separatore (art. 692S) ?

E’ un accoppiatore di linea che separa elettricamente uno o più rami (isole) dalla dorsale principale. Al loro interno le isole, composte da più citofoni/videocitofoni, permettono chiamate di tipo intercomunicante senza occupare la linea della dorsale principale (targa Master).

Quanti dispositivi riesce ad alimentare un alimentatore di sistema 6922.1?

Il numero dei dispositivi è ininfluente con impianto a riposo (monitor spenti) mentre in chiamata l’alimentatore di sistema riesce a garantire l’accensione di max 2 videocitofoni. Nel caso di accensioni multiple (da 3 a 8) è necessario prevedere un alimentatore supplementare art. 6922.1 per ogni videocitofono.

Come posso trasformare una Targa Master in Targa Slave serie 1300?

Tutte le Targhe vengono immesse nel mercato in modalità Master, ma per trasformarle in Slave basta agire sull’apposito dip-switch posizionato sotto la tastiera.

Posso utilizzare le targhe dei kit preconfigurati Elvox del sistema Due Fili su un sistema generico?

Si , la maggior parte dei kit  sono espandibili e permettono l’aggiunta di ulteriori prodotti Due Fili.

E’ possibile effettuare una chiamata di gruppo col sistema Due Fili ?

Sì. E’ possibile indirizzare un’unica chiamata (tasto singolo in targa) fino a 8 citofoni/videocitofoni. In programmazione avanzata è possibile inoltre definire se attivare o no l’immagine nei videocitofoni interessati in fase di chiamata.

Quali sono le caratteristiche massime del sistema Due Fili?

Si possono avere fino a 200 interni ( tra citofoni e videocitofoni ), 15 targhe ( una targa Master con ID 1 ed altre 14 targhe Slave ), fino a 16 montanti indipendenti, 16 funzioni ausiliarie.

Qual è la distanza massima tra Targa e citofoni/videocitofoni?

La distanza massima tra targa e ultimo monitor non deve superare i 300 metri.

Qual è l’elemendo fondamentale dell’impianto ?

L’elemento fondamentale che governa l’impianto è la Targa Master. È poi necessario l’alimentatore di sistema art. 6922.1.

Come si può effettuare la programmazione dell’impianto videocitofonico Due Fili ?

Si può effettuare in tre modi: manualmente per configurazioni base, attraverso gli appositi tasti presenti nei dispositivi, tramite PC con Software Saveprog e interfaccia 692I/U o mediante interfaccia Elvox art.950C, dove possibile.

E’ possibile effettuare collegamenti a stella?

Sì, se l’impianto è di tipo citofonico (solo audio). No, su impianti videocitofonici (audio/video); in questo caso sono necessari dispositivi specifici come distributori video e/o concentratori.

E’ possibile modificare la suoneria della chiamata fuori porta (pulsante meccanico)?

No, non è modificabile .

Esiste la funzione di autoaccensione della telecamera di una targa?

Sì, è una funzione già attiva sui tutti i videocitofoni attraverso l’apposito tasto. In caso di più targhe la funzione è programmabile a piacere tramite l’interfaccia Saveprog.

Esiste la funzione intercomunicante ?

Sì, esiste tale funzione, ma solo per chiamate audio. L’associazione logica tra chiamante e chiamato/i è programmabile a piacere su uno dei tasti liberi e non del dispositivo desiderato. Si possono effettuare max. 6 chiamate intercomunicanti distinte sia da videocitofono (con attivazione 2nd funzione) sia da citofoni 20557 con l’aggiunta di tasti tradizionali NO.

E’ possibile aggiungere citofoni/videocitofoni in un secondo momento?

Sì, è possibile implementare l’impianto in qualsiasi momento.

Bisogna effettuare degli adattamenti della linea bus ?

Si, è necessario terminare la linea ( terminazione RC ) effettuando dei ponticelli sull’ultimo monitor del ramo. Il ponticello A1 è per una linea non terminata, il ponticello AB per una linea adattata 100 ohm-10 nF, ed il ponticello BC per una linea adattata 50 ohm-10 nF ( selezionare l’adattamento provando entrambe sul monitor in questione per verificare il miglior risultato ) .

Esiste la possibilità di segnalazione di”Porta Aperta” sul videocitofono ?

Si, bisogna cablare un contatto N.O. (quando la serratura è chiusa) interno ad una apposita elettroserratura in ingresso ai morsetti PA ed M della targa ). In caso di porta aperta sul monitor si accende il led verde

E’ possibile interfacciare al pulsante campanello Due Fili Vimar art. 20557 dei pulsanti normali ?

Si, si possono collegare pulsanti art. 20066 al 20557 tramite appositi cavetti di connessione .

Esiste la funzione di Segreto di Conversazione? E’ disabilitabile ?

E’ una funzione esistente e non disabilitabile .

Il bus del sistema Due Fili è polarizzato ?

No, non è un bus polarizzato.

E’ possibile avere la funzione Intercomunicante nel sistema Digibus ?

No, non è una funzione supportata .

E’ possibile ridurre i disturbi del segnale video ?

Si, sul modulo videocitofonico Vimar è presente posteriormente un selettore che permette di selezionare, a seconda della tipologia del segnale video utilizzata (doppino twistato o cavo coassiale75 ohm ) la modalità più appropriata per attenuare i disturbi .

E’ possibile in un secondo momento implementare il numero di posti interni ?

Si, è sufficiente appoggiarsi semplicemente al montante senza dover cablare ulteriori cavi verso l’alimentatore.

Per un impianto Digibus basta installare un cavo con 2 fili?

No, il montante videocitofonico è formato da 6 fili + coassiale mentre per quanto riguarda il collegamento tra alimentatore e targa questo è composto da almeno 8 fili + coassiale in base alla posizione della targa (unica principale,in parallelo ad altre, a piè scala..)

Quali sono gli assorbimenti del videocitofono Digibus Vimar ?

Il videocitofono assorbe 200 mA in chiamata, 150 mA col monitor acceso ma non in chiamata, e 15 mA in standby .

Per quali motivi è preferibile scegliere un impianto Digibus rispetto ad uno Sound System?

L’impianto DIGIBUS permette di avere una maggiore flessibilità per quanto riguarda il massimo numero di utenti . Generalmente per più di dieci appartamenti nello stesso stabile conviene il sistema videocitofonico Digibus, in quanto a differenza del Sound System non necessita nel montante di un cavo di ritorno di chiamata verso la targa per ogni appartamento. Nel sistema Digibus l’identificazione dei dispositivi e dei comandi è di tipo digitale .

Per attivare un impianto Digibus è strettamente necessario avere il programmatore ELVOX art. 950B?

No, se non si necessita di particolari funzioni non serve andare a modificare la programmazione dei parametri.

Comunicando con il posto esterno si sente un fischio in fonica.

Verificare i livelli del volume agendo sul trimmer posto sull’alimentatore oppure su quello posto sulla telecamera del posto esterno. Se si utilizzano telecamere o posti esterni con il “microfono prolungabile” (es. art. 559B o art.930° a catalogo Elvox ) installare il microfono in modo che non si verifichi l’effetto “Larsen” .

Ad una chiamata dal posto esterno il videocitofono suona, il monitor si accende, ma non c’è comunicazione audio con il post ...

Il sistema fonico è di tipo “VIVAVOCE” quindi per attivare la fonica bisogna premere e mantenere premuto il tasto D di comunicazione del monitor. Verificare i collegamenti e le regolazioni del volume agendo sui trimmer posti sull’alimentatore e sul posto esterno.

Premendo il tasto “serratura” per il comando dell’apertura pedonale, questa non si attiva.

Controllare che non siano rimasti bloccati dei pulsanti ausiliari per l’apertura.

L’immagine sul monitor si vede sdoppiata o distorta.

Controllare che sia installata la resistenza da 75 ohm nell’ultimo monitor; in presenza di distributore video ELVOX art. 6554 controllare che tutte le uscite V1-V2-V3-V4 siano caricate con le resistenze da 75 ohm collegate sui monitor nei morsetti V ed M, oppure sulle uscite non utilizzate. L’ultimo distributore collegato deve essere caricato con la resistenza 75 ohm collegato al morsetto “V”.

Effettuando la chiamata il monitor rimane spento.

Controllare l’alimentazione del monitor sui morsetti 5 e 6; controllare che il monitor suoni alla chiamata dal posto esterno oppure controllare che l’alimentatore generi la nota elettronica di chiamata: inserire un altoparlante di circa 50-100 ohm tra i morsetti 6 e 8 del monitor, ed effettuare una chiamata dal posto esterno. Se sono installati monitor che si accendono simultaneamente con la stessa chiamata, deve essere utilizzato un ripetitore di chiamata ELVOX art. 934 dopo il terzo monitor e per altri quattro.

Effettuando la chiamata dal posto esterno, il monitor suona e si retroillumina, ma non si vede l’immagine.

Controllare il collegamento dei morsetti V e M del monitor, controllare il segnale proveniente dalla telecamera e verificare che questa sia alimentata .

Si sente a scatti l’audio sulla targa esterna, perché ?

Il volume P2 presente sull'alimentatore 6680 del Sound System è settato al massimo, va abbassato

Dal monitor ,quando si parla con l'esterno si sente poco anche alzando il volume al massimo.

Per il Sound System si deve agire sulla targa esterna. Sul retro della telecamera è presente un potenziometro coperto da un adesivo al fianco del quale è scritto \"volume interno\".Regolando quel potenziometro si aumenta e diminuisce il volume .

La suoneria del monitor,anche aumentando il volume al massimo, si sente poco.

Bisogna utilizzare il ripetitore di chiamata 2/841 per il Sound System.

L’audio si sente attenuato sul videocitofono Vimar e non si sente sul vivavoce Vimar ( 20555 ), perché?

Vuol dire che non è presente o non è collegato il bilancino Elvox 6560.

Ho un'attenuazione dei volumi dei moduli vivavoce Sound System 20555 ma non nel videocitofono Vimar, perché ?

Controllare che non siano invertiti i collegamenti di ingresso con quelli di uscita del bilancino Elvox 6560, o che il bilancino non sia montato invertito

Ho un'attenuazione dei volumi dei moduli vivavoce Sound System 20555 e nel videocitofono Vimar, perché ?

Controllare che non siano invertiti i fili di fonica sul bilancino Elvox 6560 o che il bilancino non sia montato invertito

Il bilancino 6560 serve anche per la videocitofonia Digibus e Due Fili di Elvox ?

No, serve solo se si utilizza tecnologia Sound System, nel caso di presenza di citofoni vivavoce ( art. 20555 - 20555.N - 20555.B - 14555 - 14555.SL ) .

Cos'è il Bilancino 6560 e a cosa serve? Deve essere sempre installato ?

Il 6560, a catalogo Elvox, serve per integrare nel sistema Sound System i Citofoni Vivavoce Vimar ( art. 20555 - 20555.N - 20555.B - 14555 - 14555.SL ), e va posizionato più vicino possibile all'alimentatore Elvox, collegandolo secondo gli schemi delle istruzioni a monte degli altri apparecchi installati.

Posso collegare il cavo video in parallelo quando ho più monitor?

No, nel Sound System bisogna utilizzare i distributori video 5556/004 - 6554 oppure con collegamento \" entra-esci\".

E’ possibile collegare 2 targhe video in parallelo?

No, si deve utilizzare il commutatore art. 6591 - art. 6592 con il sistema sound system

Posso utilizzare un alimentatore ELVOX art.931 con il monitor videocitofonico VIMAR se collego solo la parte audio?

No, deve essere utilizzato assolutamente l’alimentatore 6680 e non collegare la parte video perché il monitor VIMAR con modulo videocitofonico necessita di alimentazione (+ e – del 6680)….

Quanti monitor può supportare un alimentatore ELVOX 6680?

Un alimentatore 6680 può al massimo supportare due monitor VIMAR con modulo videocitofonico. Nel caso in cui debbano essere installati un numero superiore di monitor va utilizzato un alimentatore supplementare ELVOX art. 6582 che può a sua volta supportare altri due monitor .

E’ possibile aumentare o diminuire il volume del vivavoce del videocitofono ?

Si, e la regolazione va effettuata a monitor acceso; Premere il tastino H mantenendo premuto il tasto di risposta D per decrementare l’intensità sonora, ed il tastino I mantenendo premuto il tasto di risposta D per incrementarla .

E’ possibile aumentare o diminuire il volume della suoneria ?

Si, e la regolazione va effettuata a monitor spento; Premere il tastino H per decrementare l’intensità sonora, ed il tastino I per incrementarla .

E’ possibile installare delle suonerie supplementari nell’abitazione ?

Si,è possibile installare ripetitori di suoneria esterni, utilizzando i morsetti 5 e 8 ( ingresso chiamatala targa o altri ingressi di chiamata che si desiderano remotizzare o potenziare ) del connettore estraibile a 16 poli del modulo videocifotonico Vimar .

E’ possibile avere la funzione Intercomunicante nel sistema Sound System con videocitofoni serie 6600 ?

No, non è una funzione supportata

E’ possibile avere la segnalazione di Utente Assente nella targa esterna ?

No, non è una funzione supportata

E’ possibile vedere le immagini della telecamera sulla targa esterna anche se nessuno suona?Posso effettuare l’autoaccension ...

Si, con il sistema Sound System basta collegare l'uscita AU dell'alimentatore 6680 al morsetto 12 del connettore estraibile a 16 poli sul modulo videocitofonico Vimar. La funzione di autoaccensione può essere attivata premendo il tasto C oppure D del monitor in base alla configurazione dello stesso ( se è attivo il segreto di conversazione, l’autoaccensione può essere attivata solo dal tasto D di risposta ) .

E’ possibile differenziare i toni del videocitofono per chiamate provenienti dalla targa esterna e dal pulsante fuoriporta?

Si, è possibile abbinare le due chiamate ad un diverso generatore di nota presente nell’alimentatore Sound System, così da differenziarei suonia seconda della provenienza della chiamata . Questa funzione è possibile grazie alla presenza di più ingressi di chiamata distinti, presenti sul connettore estraibile a 16 poli verso montante ( morsetti 8 e 11 ).

Quanti monitor si possono accendere in contemporanea col sistema sound system?

Al massimo 2 poi si deve usare un alimentatore supplementare 6582 - 6583

Quali sono gli assorbimenti del videocitofono Sound System ?

Il videocitofono assorbe 240 mA in chiamata, 135 mA col monitor acceso ma non in chiamata, e 20 mA in standby .

Ho una centrale By-me con display a colori, può funzionare su un sistema videocitofonico non Elvox ?

No, il sistema By-me è compatibile solo con le varie tecnologie videocitofoniche fornite dalla ditta Elvox (Sound System, Digibus, Due Fili e TVCC ) .

Cosa devo fare se voglio che una centrale By-me funzioni come videocitofono ?

La centrale by-me può funzionare o come centrale di controllo di automazioni+SAI, o come semplice monitor videocitofonico ( solo su sistemi videocitofonici Elvox ), e con entrambe le funzioni, a seconda che venga acquistata la scheda elettronica per gestire una, o l'altra funzione, o che vengano acquistate entrambe ed applicate al display. Nel caso di centrali By-me da parete e non da incasso, il monitor ha già incorporata una, l'altra o entrambe le schede ( cambiano i codici degli articoli, come 01950, 01951, ecc ) .